Hotel Il Vecchio Pescatore - Via Benedetto Virgilio, 175 - 67030 Villetta Barrea (AQ) - Tel. 0864.89274 - Fax 0864.89255
Dintorni

PARCO NAZIONALE D'ABRUZZO
Il Parco nazionale d'Abruzzo insieme al Parco Nazionale del Gran Paradiso è il più antico parco d'Italia noto a livello nazionale per il ruolo avuto nella conservazione di alcune tra le specie faunistiche italiane più importanti, lupo, camoscio d'Abruzzo ed orso bruno marsicano. Il Parco è ricoperto da boschi di faggio per circa due terzi della sua superficie. Si estende prevalentemente in territorio montano e pastorale, dove non è praticabile la coltura della vite e dell'olivo, sconfinando nel piano delle colture nelle valli del Giovenco e in Val di Comino. I grandi mammiferi sono stati la causa principale dell'istituzione della riserva. Orso bruno marsicano, Lupo appenninico, Camoscio d'Abruzzo, Cervo, Capriolo.

VILLETTA BARREA
Allineato lungo il fiume Sangro e la strada e dominato dal Monte Mattone il paese, come gli altri della zona, ha una storia antica, legata soprattuto ai Sanniti. A questo antico popolo italico sono infatti attribuite le mura megaliti che ancora sono visibili nei pressi della località di Fonte Regina. L'odierno centro abitato nasce intorno ad un piccolo castello eretto alla fine del 1300, nella parte alta del paese; del castello è ancora visibile il basamento di una torre difensiva a pianta circolare, facente parte dell'originaria fortificazione. Interessanti le molte case signorili risalenti al 500 e 600. Villetta Barrea è nota anche per la bellissima pineta di Pino nero in varietà locale, a nord ovest del paese sulla strada che porta a Passo Godi.

PESCASSEROLI (A 15 KM)
Pescasseroli sorge nell'alta Valle del Sangro ed è conosciuta per essere la sede del Parco Nazionale d'Abruzzo. È inutile sottolineare che il turismo è il volano economico di questo piccolo comune. Per un tuffo nella natura, non si può non venire da queste parti dove si possono ammirare gli animali tipici del parco come orsi, lupi e camosci. Buona anche la tradizione in fatto di artigianato. Nel centro abitato, che conserva l'antica struttura, si trova casa natale di Benedetto Croce; il monumento più significativo è la chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo di fondazione medievale, con arredi lignei barocchi e una Madonna Incoronata (sec.XIII). Interessante anche il santuario della madonna di Monte Tranquillo, qui giunta da Foggia, intorno al dodicesimo secolo, durante la persecuzione iconoclasta.

SCANNO (A 28 KM)
Scanno sorge nell'alta valle del Sagittario e non lontano dal Parco Nazionale d'Abruzzo. Il paese è famoso per il suo Lago e per l'artigianato artistico. Qui, infatti, si possono ammirare pizzi, merletti, oggetti in rame e ferro battuto e gioielli tra cui spicca la famosa Presentosa una medaglia filigranata in oro. Suggestiva la festa che si celebra in Agosto Il Catenaccio; un corteo nuziale d'epoca con i tipici costumi scannesi. Da vedere il centro storico. La prima volta nella storia in cui si parla di Scanno è su un atto del 1067 anche se nella zona i romani, molti secoli prima avevano costruito un campo permanente. Nei dintorni è da vedere la suggestiva chiesetta della Madonna del Lago, sulle sponde del grande specchio d'acqua che ha preso il nome da Scanno.

ROCCARASO (A 36 KM)
Roccaraso con le sue belle ed attrezzate piste dell'Aremogna è la località sciistica più importante dell'intera Italia centro meridionale. Meta di turisti provenienti da altre regioni, questo comune ha un' ottima ricezione turistica ed è da vedere anche in estate quando si possono ammirare dei splendidi paesaggi e suggestivi boschi del Parco Nazionale della Maiella. Il nome di questo paese deriva con ogni probabilità da Rocca Rasino, ovvero rocca vicino al torrente Rasino. Nel Medioevo si cominciò a parlare di questo centro per la presenza del monastero di S. Vincenzo al Volturno. Nel corso del secondo conflitto mondiale Roccaraso fu distrutta dai bombardamenti.

Copyright © 2013; Internet Soluzioni Realizzazione e Posizionamento siti web in Abruzzo - P.IVA 01235950662